By Published On: 13/05/2020Categories: NutrizioneTags: ,
Prosciutto crudo di San Daniele affettato

Quando parliamo del Prosciutto di San Daniele, parliamo di uno dei sapori più celebri e più amati della tradizione italiana a tavola. In quanti, ad esempio, siamo cresciuti con l’idea della genuinità del “panino col prosciutto”? Quello che mamme e nonne ci preparavano da piccoli come merenda, che ci accompagnava sui banchi di scuola o nei pomeriggi dopo lo sport?

Prosciutto di San Daniele oggi è un marchio DOP, che indica un alimento totalmente naturale, made in Italy, unico e completo che non può mancare sulla tavola degli italiani. È stato uno dei primi alimenti a ottenere la denominazione “Dop” e a essere tutelato da un consorzio, nato ormai quasi 60 anni fa.

Oggi ripercorreremo insieme la storia di questa tradizione e del suo successo, inoltre scopriremo tutte le proprietà nutrizionali di questo salume con l’aiuto del Dr. Marco Mattu, dottore specialista in biochimica clinica.

Prosciutto di San Daniele: provenienza e produzione

Il Prosciutto di San Daniele è un alimento davvero eccezionale, senza conservanti, nitriti e nitrati, realizzato con soli 3 ingredienti:

  • cosce di suino italiano selezionate
  • sale marino
  • il particolare microclima di San Daniele, la località in cui è prodotto.

Si tratta di un prosciutto crudo stagionato, prodotto dalle aziende aderenti al Consorzio, solo ed esclusivamente nel comune di San Daniele del Friuli che sorge nel cuore del Friuli-Venezia Giulia.

Il segreto del gusto unico di questo prosciutto crudo, oltre al microclima del tutto particolare in cui viene prodotto, è la lavorazione delle carni, rimasta inalterata nel corso dei secoli. Solo in questo modo è possibile garantire un prodotto di altissima qualità, dal gusto autentico e riconoscibile.

Ho chiesto al Consorzio del Prosciutto di San Daniele di parlarci di questo straordinario prodotto. Ecco cosa mi ha risposto:

  • Qual è il segreto del Prosciutto di San Daniele DOP?

Il segreto del Prosciutto di San Daniele è San Daniele, ovvero la città di San Daniele del Friuli. È un prodotto realizzato esclusivamente nel Comune di San Daniele del Friuli: qui si incontrano i venti freddi dalle Alpi Carniche e la brezza tiepida e salmastra dall’Adriatico, mentre il corso del fiume Tagliamento che lambisce la collina agisce da termoregolatore naturale. Tutto questo crea un microclima ideale per la stagionatura del prodotto.

  • Quando si pensa al Prosciutto di San Daniele si pensa a un sapore della tradizione culinaria italiana: come siete riusciti a compiere questa magia?

Sono fondamentali una serie di delicati passaggi che solo le abilità dei mastri prosciuttai possono compiere. L’artigianalità, la cura e il sapere dei mastri prosciuttai è un elemento chiave che rende il Prosciutto di San Daniele un prodotto dal sapore unico. A tutto ciò non dimentichiamo di aggiungere l’ingrediente segreto, ovvero il territorio e il suo microclima peculiare.

stagionatura Prosciutto di San Daniele
Stagionatura dei prosciutti

Quando e come mangiare il Prosciutto crudo di San Daniele

Il prosciutto crudo di San Daniele è un prezioso alleato per chi fa sport. Durante l’attività fisica, infatti, la sudorazione aiuta a disperdere l’eccesso di calore, ma al tempo stesso causa la perdita di preziosi sali minerali tra cui il sodio. 

Dopo un allenamento intenso, è sicuramente il salume più indicato per uno spuntino proteico, grazie al bassissimo contenuto di grassi e al suo gusto dolce.

Grazie ai suoi valori nutrizionali è un valido supporto per il recupero di sali minerali e nutrienti tra cui il ferro, che aiuta a trasportare l’ossigeno attraverso il sangue fino ai tessuti.

Il prosciutto crudo di San Daniele, quindi, è consigliabile dopo gli allenamenti lunghi e intensi, in particolare di quelli condotti in ambiente caldo, poiché come abbiamo visto è perfetto per recuperare il sodio perso con la sudorazione, gli aminoacidi e le proteine utili al recupero muscolare

Leggi anche: QUALI E QUANTI PASTI AL GIORNO FARE PER MANTENERE IL PESO FORMA?

Risponde il Dr. Marco Mattu

Per saperne di più, ho fatto qualche domanda al Dr. Marco Mattu, laureto in Scienze Biologiche, Dottore di Ricerca in Biochimica, Specialista in Biochimica Clinica, Ricercatore Biotecnologo nell’ambito delle Scienze dell’alimentazione. 

  • Il prosciutto crudo di San Daniele è un alimento adatto a tutti?

Il Prosciutto di San Daniele è un prodotto completamente naturale, fatto solo con carne di suino italiano e sale marino. Fonte di proteine nobili, vitamine (B1, B6, PP) e minerali (fosforo, zinco e potassio), contiene solo pochi grassi e tutti “buoni”, quelli monoinsaturi, che lo rendono ideale per ogni dieta e ogni età.

  • In quale momento della giornata consiglia di mangiarlo?

Privo di additivi e conservanti, è un prodotto nutriente e facilmente digeribile e quindi si può consumare in qualsiasi momento della giornata. Per esempio dopo un allenamento il salume più indicato è sicuramente il Prosciutto Crudo di San Daniele con bassissimo contenuto di grassi aiuta a recuperare il sodio perso, gli aminoacidi e le proteine indispensabili per il recupero muscolare.

  • Un esempio di piatto, ricetta o abbinamento per mangiare il prosciutto in una dieta equilibrata?

Il prodotto è così versatile da essere proposto in varie ricette: lo si utilizza per esempio per avvolgere gli asparagi, posti in una pirofila su un fondo di burro e poi il tutto si mette in forno.

Per un menù estivo il prosciutto crudo è abbinabile al melone o ai fichi, in quest’ultimo caso accompagnato anche dalla pizza bianca. 

Oppure si può preparare il classico portafogli San Daniele: una fetta di carne piegata a metà a racchiudere una fetta di prosciutto, una di formaggio montasio e una di peperone arrostito.

Segui il @drmarcomattu su Instagram

Prosciutto di San Daniele

Valori nutrizionali del Prosciutto di San Daniele

Una porzione di Prosciutto di San Daniele di 50 g ha un valore energetico di 136 Kcal.

Ecco i suoi valori nutrizionali nel dettaglio:

  • 12,9 g di proteine
  • 0,1 g di carboidrati
  • 9,3 g di grassi (di cui 3,3 g di grassi saturi, 4,3 g di grassi monoinsaturi e 1,4 g di grassi polinsaturi)
  • 0,89 g di sodio
  • 92 mg di fosforo (13,1% RDA*)
  • 291 mg di potassio (14,5% RDA*)
  • 1,19 mg di zinco (11,9% RDA*)
  • 0,34 mg di Vitamina B1 (30,9% RDA*)
  • 0,10 mg di Vitamina B2 (7,1% RDA*)
  • 0,52 mg di Vitamina B6 (37,1% RDA*)
  • 2,57 mg di Vitamina PP (16,0% RDA*)

Conclusioni

In questo articolo abbiamo visto perché il Prosciutto di San Daniele è un alimento sano e completo che non può mancare in una dieta sana ed equilibrata.

Ideale per grandi e piccoli e per gli sportivi in particolare, è un prezioso alimento che può essere consumato in vari momenti della giornata.

Un prodotto DOP che rappresenta i sapori tipici dell’Italia, sia nel nostro Paese che all’estero e che ha conquistato tutti grazie al suo sapore dolce e così inconfondibile.

Ora che abbiamo scoperto tutti i suoi segreti e i suoi benefici, non ci resta che gustarcene una bella porzione!

E non è finita qui: rimanete connesse perché nelle prossime settimane sul mio profilo Instagram @fedelefreaks scoprirete anche una ricetta sana e gustosa per mangiarlo quando volete.

marchiatura Prosciutto di San Daniele
Marchiatura dei prosciutti

Ti potrebbe interessare anche