By Published On: 23/05/2017Categories: Italia, ViaggiTags: , , , ,

caterina stringhetta art blogger

Se in primavera è quasi inevitabile ammirare la bellezza di un fiore, è praticamente impossibile non trovare straordinaria la vista dei giardini oppure dei parchi, che oltre a ospitare una miriade di fiori e piante sono anche dei luoghi ricchi di storia.
L’Italia è piena di luoghi così, e vi sarà capitato di sentire l’espressione giardini all’italiana, che indica i giardini che risalgono al Rinascimento, ma che per me definisce anche quei luoghi in cui presente, passato e futuro continuano a coesistere. Se c’è una cosa che adoro fare quando arrivano le belle giornate e l’aria si fa più calda è andare alla scoperta di questi giardini.
Alcuni sono a ingresso gratuito (Qui trovate l’elenco dei 5 giardini da vedere gratis in Italia), per altri invece c’è un biglietto da pagare ma ne vale la pena.

Ho fatto l’elenco dei 3 giardini all’italiana da visitare in primavera, quelli che vanno visti almeno una volta nella vita in questa stagione.

GIARDINI DELLA REGGIA DI VENARIA – Venaria Reale (Piemonte)

Il progetto fu commissionato da Carlo Emanuele II di Savoia nel Seicento e rappresenta la grandezza della famiglia reale piemontese.
Dopo un lungo restauro la Reggia di Venaria è tornata all’antico splendore e i suoi giardini sono ora bellissimi.
Fontane, roseti e prati a perdita d’occhio che in primavera sono uno spettacolo e dove ciò che resta delle strutture originarie si mescola in modo armonioso a edifici recenti.

Ingresso: il costo del biglietto è 25€ e dà accesso alla Reggia, ai giardini e alle mostre temporanee.

Immagine via Musement.com

GIARDINO BARDINI – Firenze (Toscana)

E’ il Belvedere di Firenze. Una scalinata barocca, sei fontane e una vista sulla città di Firenze che rende questo giardino forse uno dei più belli della Toscana.
Poco conosciuto dai turisti e per questo meno affollato ma confinante con il più famoso Giardino di Boboli, a cui è possibile accedere direttamente e vedere i due giardini nello stesso giorno.

Ingresso: il costo del biglietto è 7€ e dà accesso anche al Giardino di Boboli, al Museo degli Argenti, alla Galleria del Costume e al Museo delle Porcellane.

Immagine via aspasiascircle.wordpress.com

CASA CUSENI – Taormina (Sicilia)

All’inizio del ‘900 il pittore Robert Kitson decise di realizzare questa casa a Taormina trasformandola in un salotto della cultura internazionale.
Sono passati da qui Pablo Picasso, Henry Moore, Ezra Pound e molti altri artisti e intellettuali, che nel giardino potevano discutere e contemporaneamente ammirare un paesaggio che lascia ancora senza parole.


Ingresso: il costo del biglietto è 15€ e dà accesso anche al Museo.

Immagine via CasaCuseni.it

Ti potrebbe interessare anche