By Published On: 12/10/2022Categories: Italia, RistorantiTags: , ,
Tra i vicoli del centro storico

Ottobre è una stagione straordinaria dal punto di vista gastronomico e tutta l’area della Tuscia Viterbese è ricca di prodotti tipici che danno vita a numerosissime sagre per celebrare le bontà locali.

La Sagra della Castagna di Canepina è uno di questi casi, con una tradizione locale famosa in tutta la regione grazie ai suoi castagneti secolari e alla bontà dei frutti.

Le date e il programma

Quest’anno la Festa della Castagna arriva alla sua 40° edizione e sono previsti diversi weekend di eventi e spettacoli per accogliere turisti e locali:

  • 7 ottobre
  • 15-16 ottobre
  • 22-23 ottobre
  • 29-30-31 ottobre
  • 1 novembre

Il programma è ricchissimo e diversificato per ciascuna delle giornate: si va da mostre fotografiche a raduni di auto d’epoca, da concerti a visite guidate, e poi ancora cortei storici, spettacoli folkloristici, raccolta delle castagne e passeggiate con gli asini.

Qui sotto potete trovare il programma completo:

Cosa vedere a Canepina

Canepina è un piccolo borgo in provincia di Viterbo, nel cuore della Tuscia e dei Monti Cimini.

La cosa migliore che potete fare è semplicemente perdervi tra le sue stradine e lasciarvi affascinare dalla bellezza di vicoli e panorami. Il centro storico merita una passeggiata da fare in tutta calma, per assaporare a pieno le sue atmosfere di altri tempi.

Partendo dalla Piazza del Comune (Piazza Garibaldi) potete salire verso il Castello degli Anguillara, oggi non visitabile, ma molto bello anche dall’esterno.

Il Castello degli Anguillara a Canepina

Lungo una salita bella ripida si arriva a un belvedere che regala una vista mozzafiato su Canepina e sui boschi circostanti. Uno spot panoramico perfetto anche per scattare qualche bella foto!


Infine, se siete interessati alla storia di questi luoghi, vi consiglio una visita al Museo delle Tradizioni Popolari di Canepina, che raccoglie le testimonianze della nascita e della prosperità di questa piccola comunità. Il Museo sorge nella struttura di un antico convento e al suo interno è possibile ammirare anche degli affreschi riportati alla luce di recente.

Vista panoramica su Canepina

Dove mangiare a Canepina

Durante tutte le giornate della Castagna a Canepina è prevista l’apertura delle caratteristiche cantine locali dove è possibile gustare i piatti tipici canepinesi.

Le cantine sono sia pubbliche che private: alcune sono gestite da famiglie locali, altre invece fanno parte di un’antica tradizione cittadina in cui ogni anno vengono sorteggiate 12 coppie che dovranno occuparsi della preparazione del cibo e del servizio dei pasti, come nel caso della Cantina S. Corona.

La preparazione del tipico Fieno Canepinese

Le cantine locali aperte per l’occasione saranno:

  • A magnatoa bassa
  • A spianatoa
  • Eggovo de brigandi
  • E’zzapori d’a nonna speranza
  • S. Corona

Oltre a ciò, al centro del paese sarà allestita la Strada dei Sapori, un percorso enogastronomico itinerante dove sarà possibile degustare prodotti tipici dei Monti Cimini, tra cui le immancabili castagne, ma anche funghi di stagione e nocciole.

Infine, sempre nel centro storico sono presenti ristoranti e trattorie dove potersi godere un buon pranzo o una buona cena a base di Fieno Canepinese e non solo. Io sono stata ospite nella storica Trattoria da Linetta, un’istituzione locale dal 1937!

Fieno Canepinese ai funghi porcini

Qui ho potuto assaggiare il Fieno Canepinese in ben tre varianti: nella versione classica con ragù al pomodoro, nella versione più delicata con il ragù di Chianina bianco e, infine, nella versione stagionale con i funghi porcini. E se ve lo state chiedendo sì, ho mangiato ben 3 piatti di pasta per quanto era buona!

In occasione della Sagra della Castagna è consigliabile prenotare in anticipo sia per mangiare nelle cantine che ne ristoranti locali.

Altre esperienze da non perdere a Canepina

Se si visita Canepina, ci sono alcune attività da non perdere per apprezzare in pieno il territorio e le tradizioni locali.

In questa stagione è veramente imperdibile una passeggiata nei castagneti con relativa raccolta delle castagne. Tuttavia la raccolta in autonomia è illegale, perché si tratta di tutti terreni privati ed è necessario avere l’autorizzazione.


Proprio per questo motivo vengono organizzate attività ad hoc che, con un piccolo contributo, danno la possibilità a tutti di godere di questa bella esperienza.

La raccolta delle castagne con “Asini in libertà”

Un’altra attività molto bella da fare sia per noi grandi che per i più piccoli è la passeggiata con gli asini: pranzo al sacco e un percorso lento tra castagneti e campagne per scoprire tutta la bellezza di questi luoghi, a contatto con la natura e gli animali.

Entrambe queste attività sono organizzate da “Asini in libertà”. Per maggiori informazioni potete visitare la loro pagina Facebook o chiamare i seguenti numeri: 370 3607909 (Margherita) – 324 6812003 (Andrea).

Passeggiata con asinelli di “Asini in libertà”

Si ringrazia la Pro Loco di Canepina per l’accoglienza e l’organizzazione delle attività di cui ho parlato in questo post. Visitate la loro pagina Facebook per tutte le informazioni aggiornate sulla Sagra della Castagna e le altre iniziative organizzate nel corso dell’anno.

Ti potrebbe interessare anche