By Published On: 18/12/2019Categories: YogaTags:

Ogni donna nella sua vita è destinata ad attraversare una fase fisiologica molto particolare: la menopausa. Oggi vedremo insieme in che modo i benefici dello yoga possono aiutare in questa delicata fase della vita.

Sintomi e problemi legati alla menopausa

La menopausa arriva solitamente intorno ai 50 anni di età e quando inizia a manifestarsi invia specifici segnali sia a livello fisico (come l’irregolarità del ciclo, l’aumento del peso, le palpitazioni, le vampate di calore, l’osteoporosi, i dolori muscolari e articolari…) che a livello psicologico (con disturbi dell’umore causati, in particolare, da irritabilità, ansia e depressione).

Tutti questi cambiamenti non sono per nulla facili da metabolizzare, soprattutto quando una donna percepisce i sintomi della menopausa precoce già prima dei 40 anni, arrivando così alla consapevolezza che il proprio periodo di fertilità è giunto al termine con netto anticipo rispetto alla norma.

Dunque, anche se la vita si fa sempre più frenetica e caotica, è importante, specie in momenti come questi, riuscire a ricavarsi, tra un impegno e l’altro, il tempo da dedicare a sé stesse per ritrovare il proprio benessere sotto ogni punto di vista. E una delle attività fisiche migliori in tal senso è di certo lo yoga (che, se associato a una dieta, aiuterà anche a mantenersi in forma).

Benefici dello yoga in menopausa

Quali sono i benefici dello yoga

Lo yoga è una disciplina dalle origini molto antiche, nata in India ma ormai nota in tutto il mondo per la sua provata efficacia. Infatti, bastano soli 15-20 minuti al giorno e già dopo le prime 2 settimane di attività si potranno ottenere numerosi benefici

In particolare, la donna in menopausa presto noterà il rafforzamento di muscoli e ossa, dei miglioramenti nella mobilità delle articolazioni e nella flessibilità, grazie anche alla maggiore capacità di distensione della colonna vertebrale e della muscolatura, il rallentamento dell’invecchiamento della pelle e il mantenimento in buona salute del sistema cardio-circolatorio

Tra gli altri benefici dello yoga, inoltre, c’è una maggiore consapevolezza di sé, del proprio corpo e del proprio valore (con conseguente aumento dell’autostima) e il riuscire a gestire molto meglio gli sbalzi di umore con una notevole riduzione di insonnia, ansia, depressione e attacchi di panico superando nel migliore dei modi anche momenti difficili come questo (grazie anche alla mitigazione del dolore) e risultando anche agli occhi degli altri una persona più socievole, empatica e creativa.

Lo yoga, infatti, ha come fine ultimo non solo quello di riattivare e rimettere in circolo l’energia attraverso il movimento ma anche quello di raggiungere un equilibrio tra corpo, mente e spirito tramite la meditazione in modo da vivere meglio sia con sé stessi che con il mondo esterno. 

[cta testo_cta=”HATHA YOGA: CARATTERISTICHE E INFORMAZIONI UTILI” testo_btn=“Leggi l’articolo” href=”https://www.lefreaks.com/hatha-yoga/”]

Esercizio, Riflessione, Respiro

Tutto ciò è reso possibile grazie alla conciliazione di esercizi fisici e riflessione. Quest’ultima in particolare è aiutata dal fatto che bisogna raggiungere lentamente delle posizioni fisse (in piedi, seduti o sdraiati) per poi mantenerle in silenzio il più a lungo possibile, ottenendo in questo modo un maggiore controllo sulla frequenza e sulla profondità del respiro e, di conseguenza, una dolce sensazione di rilassatezza.


Ed è proprio nella lentezza d’esecuzione dei movimenti, nella sua complessiva staticità e nella variabilità del tempo di tenuta di ciascuna posizione (dai pochi secondi dei principianti, a qualche minuto, fino a molto più tempo nel caso di professionisti) che sta il segreto dello straordinario successo di tal pratica.

Sono questi i 3 elementi principali che hanno facilitato la diffusione dello yoga poiché lo hanno reso un’attività che può essere messa in atto da tutti, senza alcun tipo di timore.

Benefici dello yoga in menopausa

Praticare da soli o con una classe?

Oggi come oggi praticare è diventato molto semplice, infatti lo si può fare anche da soli a casa informandosi su internet e guardando qualche video dimostrativo.

Per cogliere a pieno i benefici dello yoga, però è consigliata, soprattutto durante i primi approcci alla disciplina, l’iscrizione e la partecipazione ai ritiri o corsi nei quali vi è un gran maestro che, in base alle capacità fisiche e alle patologie di ciascuno, saprà indicare i giusti esercizi gestendone caso per caso i tempi e le modalità di svolgimento più consone e aumentandone progressivamente il grado di difficoltà. 

Non va dimenticato infine che solo un vero maestro potrà spiegare e far capire all’allievo la vera filosofia che sta dietro questa pratica in modo da guidarlo nel raggiungimento di una forte e stabile maturità interiore che lo renderà in grado di percepire anche i momenti più difficili come una possibilità di rinnovamento e non come un motivo di scombussolamento.

E come disse la famosa insegnante Marina Demaria:

“Quando assumiamo una posizione yoga per la prima volta, entriamo in contatto con la nostra capacità o incapacità di assumere quella nuova forma. Le aree dove si accumula la tensione riproducono il nostro processo di ideazione; cioè i pensieri, le paure, le tensioni, le ansie che si coagulano in noi in precisi schemi di contratture, formano la nostra postura individuale e personale, nonché l’atteggiamento che abbiamo nei confronti della vita. Come pensiamo, così diventiamo”.

Ti potrebbe interessare anche