I benefici della frutta e verdura di stagione

L'importanza di scegliere frutta e verdura di stagione

Quante volte avrete sentito ripetere dai medici o nutrizionisti la frase "si raccomanda il consumo di frutta e verdura di stagione"? Ma perché? Cosa c'è di così importante?

Viviamo in un'epoca storica dove diverse culture coesistono quotidianamente nello stesso spazio vitale, dove ogni cosa è a portata di click, a un passo da casa nostra, anche se viene da lontano e così anche gli alimenti vengono importati e/o trasportati in molte parti del mondo per essere alla portata di tutti. Questa realtà ha fatto sì che gran parte delle persone appartenenti alle nuove generazioni non sappiano distinguere quali siano i prodotti naturali della terra nei periodi giusti dell'anno e di conseguenza a perdere il contatto con il gusto autentico e con l'effettivo valore nutritivo di questi alimenti.

La frutta e la verdura di stagione infatti non solo conservano un gusto più originale ma posseggono il massimo delle proprietà nutritive che si possono ottenere dal consumo di questi alimenti, assicurando al contempo anche la convenienza d'acquisto, poiché, dovendo fare meno chilometri per arrivare sugli scaffali del supermercato e sulle nostre tavole, hanno meno costi di filiera da ricaricare.

Gli alimenti provenienti da zone lontane e/o fuori stagione, invece, sono di qualità inferiore, più costosi e talvolta diversamente controllati sulla filiera di produzione: alcuni paesi extracomunitari da cui importiamo frutta e verdura fuori stagione hanno regole meno rigide in materia di prodotti fitosanitari. È auspicabile quindi, in un regime alimentare equilibrato, il consumo di frutta e verdura rigorosamente di stagione, per evitare carenze nutrizionali, soprattutto a livello di vitamine e sali minerali.

immagine via www.dire.it

Frutta e verdura primaverile

Per esempio, visto che dal mese di marzo entrerà la primavera, vediamo quali sono i frutti e le verdure che crescono in questa stagione:

MARZO

Arance, limoni, pompelmi, kiwi, mele, pere, asparagi, bieta, carciofi, carote, sedano, broccoli, cavolfiori, cavoli, cicoria, finocchi, insalata, patate, cipolle, radicchio, rape, spinaci.

APRILE

Arance, pompelmi, kiwi, limoni, nespole, pere, mele, fragole, aglio, asparagi, bieta, carciofi, carote, sedano, cavolfiori, cavoli, cicoria, finocchi, insalata, patate, cipolle, radicchio, ravanello, spinaci.

MAGGIO

Kiwi, pompelmi, fragole, lamponi, ciliegie, meloni, nespole, mele, pere, aglio, asparagi, bieta, cavoli, carote, sedano, cicoria, radicchio, finocchi, insalata, patate, cipolle, ravanello, fave, fagioli, fagiolini, spinaci, piselli, pomodori.

GIUGNO

Ciliegie, albicocche, fragole, lamponi, fichi, meloni, pesche, susine, aglio, asparagi, bieta, cavoli, carote, sedano, cicoria, radicchio, insalata, cetrioli, patate, ravanello, fave, piselli, fagioli, fagiolini, pomodori, zucchine, melanzane, peperoni.

Attenzione comunque a non esagerare, ricordo sempre che, secondo i LARN (Livelli di Assunzione di Riferimento di Nutrienti  ed energia) la quota proveniente dagli zuccheri semplici (contenuti sopratutto nella frutta), in una dieta, deve essere al massimo del 15-16% dell'energia giornaliera, pari a poco più di due spuntini.

Sbizzarritevi dunque con macedonie, frullati, centrifugati di frutta, verdura e spezie, torte alla frutta e spremute, tutto rigorosamente con ingredienti di stagione. Non solo vi regalerete una tavola colorata ma anche una bella sferzata di vitalità!

immagine via www.fruitone.it

LEGGI GLI ALTRI ARTICOLI A CURA DELLA DOTT.SSA NUTRIZIONISTA VERONICA GIACHÈ

Articolo a cura di Veronica Giachè
Dietista specializzata in Scienze della Nutrizione Umana
Contatti: veronica.giach@gmail.com
Fb: Dott.ssa Veronica Giachè - Nutrizionista

Leave a reply

*