By Published On: 26/05/2016Categories: LifestyleTags: , , , ,

Quante volte ci è stato detto che “l’abito non fa il monaco”? Innumerevoli, suppongo. Eppure, sopratutto quando si parla di lavoro, l’abbigliamento è un elemento del linguaggio non verbale fondamentale per trasmettere dei messaggi ben precisi. La questione diventa ancora più rilevante se pensiamo a tutte quelle aziende che ricorrono all’utilizzo di divise per il personale a contatto col pubblico.

Affidabilità, serietà, efficienza, positività, semplicità…Sono tutti valori che qualsiasi marchio vorrebbe trasmettere alla propria utenza già a primo impatto. Dunque è fondamentale rinnovarsi anche nel corso della propria storia, ripensando continuamente alla propria immagine e al messaggio che si intende dare.
Una divisa moderna e al passo con i tempi e le tendenze, per esempio, potrebbe essere in grado di trasmettere un’immagine più dinamica ed efficiente: cosa si potrebbe pensare, per esempio, di un impiegato avviluppato in una informe felpa di pile e pantaloni dal taglio classico ma troppo largo che lo rendono persino goffo? Penseremmo tutte che quel poverino è costretto vestirsi così e magari si sente anche in imbarazzo. Al contrario, una bella uniforme ci può far apprezzare anche il design di alcuni dettagli facendoci pensare, perché no, “carino questo maglioncino, tutto sommato non deve essere male indossare un’uniforme per il lavoro!”.

Senza contare che, se ben pensati, alcuni elementi di una divisa possono addirittura entrare nella nostra quotidianità e diventare dei capi o accessori di tendenza, come la celeberrima borsa postina in cuoio usata un tempo solo dai portalettere.

Proprio in quest’ottica di modernità e rinnovamento, Poste Italiane ha deciso di ripensare la divisa dei propri Portalettere attraverso un contest chiamato #PosteStyle.

borsa-postinaimmagine via irenescloset.com

Cos’è il contest #PosteStyle

Poste Italiane è l’azienda che cura il servizio postale nel nostro Paese e che ovviamente tutti conosciamo. Se oggi ve ne parlo, è per segnalarvi una bellissima iniziativa  di alto valore culturale per sostenere l’ampliamento dell’offerta formativa degli Istituti e delle Università attraverso il coinvolgimento diretto degli studenti. In che modo?

#PosteStyle è un progetto culturale rivolto agli studenti delle principali università italiane e dei più famosi istituti di moda e design, ai quali viene data l’opportunità di realizzare un restyling della divisa sia maschile che femminile dei Portalettere.

Lo scopo è rimodernare le divise in modo non solo più funzionale, ma anche con uno sguardo alle tendenze del momento, perché un tocco di stile in più non guasta mai neppure in un contesto del genere.

La figura del Portalettere è stata scelta in quanto cruciale nell’incontro tra l’utente e l’azienda e si fa portavoce anche dei valori espressi da quest’ultima: il restyling sarà volto a sottolineare ulteriormente un’esperienza semplice e positiva legata al servizio offerto.

Da qui, la scelta di Poste Italiane di rivolgersi proprio a chi vede nella creatività il proprio percorso di vita ed è quindi in grado di pensare a un prodotto innovativo, funzionale, di tendenza.


Il restyling dovrà ovviamente avvenire nel rispetto di una serie di criteri fondamentali, che sono: riconoscibilità del marchio, ergonomia (comodità, sicurezza, libertà di movimento), estetica, facilità di manutenzione e per finire sostenibilità ambientale.

Agli studenti dell’Istituto o Università che riusciranno a interpretare meglio il nuovo spirito di Poste Italiane sarà riconosciuto un premio di € 20.000, che dovrà essere destinato all’iscrizione ad un master o corso di perfezionamento in Italia o all’estero. Attraverso questa iniziativa, Poste Italiane si impegna come parte attiva nel sostengo alla crescita del nostro Paese e allo sviluppo mediante un investimento nei giovani e nell’istruzione.

poste-italiane-divisa-foto-archivio-storico

Come partecipare al contest #PosteStyle

Poste Italiane ha già selezionato una lista di scuole e di istituti di design che potranno prendere parte all’iniziativa. Gli studenti aventi diritto faranno riferimento a un docente titolare del Progetto che coordinerà la comunicazione.
Gli studenti appartenenti a istituti e scuole non selezionate, possono comunque manifestare la loro volontà alla partecipazione inviando una mail all’indirizzo info@contestnuovedivise.it, dove indicare i dati del proprio istituto di appartenenza e del proprio docente di riferimento.

Il contest, che durerà dal 16 maggio al 24 giugno, si svolgerà in 3 fasi: tra il 16 e il 30 maggio gli studenti potranno iscriversi attraverso la compilazione dell’apposito form presente sul sito dedicato contestnuovedivise.posteitaliane.it; entro il 24 giugno gli studenti potranno sottoporre le loro proposte creative e dal 24 giugno al 4 luglio i docenti selezioneranno i progetti migliori; per finire, i progetti verranno presentati alla giuria tecnica di Poste italiane che si riunirà il 6 luglio a Roma per decretare l’istituto vincitore, il quale verrà comunicato il 7 luglio.

Le divise attuali 

contest-postestyle-divisa-portalettere-poste-italiane-1

contest-postestyle-divisa-portalettere-poste-italiane-2a

Ti potrebbe interessare anche