By Published On: 06/02/2023Categories: LifestyleTags:

Spesso mi chiedete come fare ad amare se stesse. È quel tipo di domanda che, come donna, probabilmente inizi a porti intorno ai trent’anni, quando finalmente ti liberi di tante aspettative inutili e cominci a capire che l’artefice della tua felicità non sei che tu.

È un tema immenso, ovviamente, che non pretendo di esaurire con questo post, né tantomeno con dei consigli legati a un solo giorno dell’anno. Amare se stesse è un processo lungo e tortuoso, che passa dall’accettazione di sé e dal prendersi cura delle proprie fragilità.

Se ancora state lottando per raggiungere questo equilibrio, non posso che consigliarvi di iniziare un percorso di crescita personale, magari affiancate da un/una psicoterapeuta: il regalo più bello che mi sia mai fatta.

Ma oggi siamo qui per parlare di tutti quei piccoli gesti e momenti per noi stesse da dedicarci nella quotidianità, per regalarci un’esperienza unica e rilassante oppure, al contrario, una bella botta di endorfine!

So che molte di voi hanno spesso paura di fare delle attività da sole, ma per quanto mi riguarda il segreto per amarmi, volermi bene, essere indipendente e sicura di me stessa è proprio questo: passare del tempo da sola per conoscermi meglio.

Questo non significa non avere più bisogno degli altri, diventare asociali o odiare gli uomini/la compagnia di altre persone, tutto il contrario! Essere una persona consapevole significa innanzitutto essere capace di costruire relazioni più sane, mature e nutrienti per la nostra vita. Questo è lo spirito con cui mi piace affrontare le cose.

E allora arriviamo al succo di questo post, mettiamo da parte le chiacchiere e passiamo ai consigli pratici. Ecco 5 attività da fare da sola per imparare ad amarti un passetto alla volta!

Una giornata in spa

Te lo meriti, ragazza! E no, non ti annoierai da sola, te lo garantisco. Stacca la mente per qualche ora, concediti solo del silenzio e del sano relax.

Puoi prenotare una formula ad accesso giornaliero, includere un massaggio o altri trattamenti se lo desideri.


Tutto quello che dovrai fare è infilare costume e accappatoio e lasciarti andare a vapore, tisane e oli essenziali: non sembra male, giusto?

Ne uscirai rigenerata, con la mente svuotata e il corpo rilassato. Sarà un momento perfetto per fermarti, connetterti con te stessa e schiariti le idee se hai bisogno di ritrovare un po’ di chiarezza.

Toy a lume di candela con Yspot

Seratina romantica anche se sei da sola? Perché no! Concediti la libertà di abbracciare il tuo piacere, conoscere il tuo corpo e vivere serenamente la tua sessualità.

Se non lo hai già, ti consiglio un toy capace di regalarti sensazioni davvero uniche: sto parlando di Ynes, il succhia clitoride bestseller del marchio Yspot.

Capace di stimolare la parte esterna della clitoride, conosciuta come glans clitoridis, questo toy diventerà il migliore amico della tua salute fisica e mentale.

Masturbarsi fa bene e rende più felici, non è un mistero che gli orgasmi producano endorfine e una sensazione intensa di benessere per tutto il corpo.

E visto che parliamo di San Valentino, aggiungi un tocco romantico con la candela Light me bab(Y):  con note dolci e speziate alla vaniglia, fava tonka, zafferano, sandalo e muschio, ti regalerà un’esperienza sensuale e sensoriale.

Un biglietto per il cinema o il museo

Io lo faccio spesso e lo adoro: sto parlando di andare al cinema o al museo da sola.

Questo tipo di esperienza mi consente di concentrarmi davvero al 100% su quello che sto vedendo, senza distrazioni, e per me è molto importante entrare in totale connessione con l’opera che ho davanti.

Non dico di farlo sempre, condividere questi momenti con altre persone è molto bello e stimolante e ti consente di confrontarti e scambiare opinioni.


Sto solo dicendo che ogni tanto fare qualcosa da sole per il gusto di sperimentare è molto bello: fa paura perché non ci hanno abituate a farlo, per cui lo vedo un po’ come un atto di liberazione e ribellione che non può che fare bene alla nostra autostima.

Dopotutto, si parte dalla piccole cose!

Portati a cena fuori

Non l’hai mai fatto? E allora devi provare! Non dico per forza a San Valentino, ci mancherebbe: essere da sola al ristorante circondata da coppie metterebbe a disagio persino me!

Tuttavia, penso che questa sia una bella esperienza da spuntare dalla lista delle cose da fare da sole per acquisire maggiore sicurezza e autonomia: un tabù da abbattere… Sarete stupite di scoprire che potete farcela!

Potete provare ad andare a mangiare una pizza o un sushi per un pranzo o una cena meno impegnativa, oppure vestirvi di tutto punto e andare al ristorante.

Fatevi belle e godetevi questa botta di autostima: “io, il conto, me lo pago da sola, grazie!”.

Un mazzo di fiori freschi

Comprare fiori freschi è un gesto un po’ retrò, associato a una certa idea di corteggiamento e amore romantico. E allora cosa fare se siamo single e nessuno ci regala fiori freschi da anni? NOI CE LI COMPRIAMO DA SOLE!

Sì ragazze, forza e coraggio, ce lo meritiamo. Non smetterò di ripetere quanto siano importanti i piccoli gesti, come concederci un bel mazzo di fiori colorati per ricordarci di quanto siamo state brave a farcela fin qui, qualunque sia stato il nostro percorso.

Andate dal fioraio di quartiere oppure ordinateli online su Colvin: le loro composizioni sono sempre incredibili, durano per giorni e vengono consegnate direttamente a casa.

Proprio in questi giorni io ho preso un mazzo di tulipani colorati, che ho messo sul tavolo dove lavoro: ogni tanto mi prendo un momento per guardarli e sorrido alla loro bellezza. Fa bene all’umore, provare per credere!


Conclusioni

In questo post ho raccolto 5 idee per un San Valentino pieno d’amore per noi stesse. Ce ne sarebbero molte di più, ma questo mi è sembrato un buon punto di partenza.

Non vi sto a consigliare di partire da sole per viaggi incredibili e traversate del mondo, perché a quello ci si arriva in un secondo momento, quando si è già ben consapevoli di potercela fare da sole.

Molto spessa mi capita di avere a che fare con persone intimorite dal prendersi spazio per se stesse, reclamare del tempo per conoscersi e prendersi cura di sé. Per me questo spazio, questo tempo e questa cura sono sacri.

Quello che mi piacerebbe trasmettervi con questo post, quindi, è che la nostra autostima e l’amore per noi stesse si possono costruire a partire da piccoli gesti quotidiani o quasi, da far diventare poi delle sane e bellissime abitudini.

Quali sono i gesti d’amore che vi dedicate? Fate già qualche attività di questa lista? Fatemelo sapere nei commenti!

Ti potrebbe interessare anche