Ci sono incontri che ti lasciano addosso più sensazioni ed emozioni di altri, sia nella vita privata che nel lavoro. Quando si tratta di impegni legati al blog, è sempre molto interessante partecipare agli appuntamenti che seleziono, ma non nego che alcuni di essi si perdono un po’ nella massa dei classici eventi-fotocopia, e chi lavora nel settore mi potrà ben capire. Ce ne sono altri, invece, più rari ma decisamente più preziosi, che ti regalano qualcosa anche a livello umano, e sono quelli che custodisco più gelosamente anche nei ricordi. Questo accade, solitamente, quando dietro al prodotto che mi viene presentato – di qualsiasi tipo sia – c’è una storia che vuole essere raccontata, la qualità solitamente fa il resto.

In questi anni ho imparato che lanciare un prodotto sul mercato è molto facile, che si tratti di un bikini, di un bracciale o di un panino: il difficile viene dopo, nel saper raccontare e promuovere quel determinato prodotto. Perché una persona che non conosce quel marchio dovrebbe cambiare le proprie abitudini e diventare cliente/consumatore? Per me, il punto di svolta è legato precisamente al valore aggiunto e solitamente, quando c’è una bella storia dietro, il prodotto si vende da solo perché trasmette passione. E dalla passione per il proprio lavoro nasce inevitabilmente un prodotto di qualità, curato nei dettagli e fatto con amore.

Questo è il caso di Gunther Gelato Italiano, un marchio di gelato artigianale a Roma con diversi punti vendita. Io ho avuto il grande piacere di essere ospite in quello di Piazza Sant’Eustachio per una degustazione e nel post di oggi voglio raccontarvi tutto quello che ho scoperto sull’affascinante mondo della pasticceria e del gelato in particolare.

gelato artigianale roma

Gelato Roma: Gunther Gelato Italiano

Innanzitutto, partiamo dallo slogan molto eloquente che Gunther Gelato Italiano ha scelto per raccontare il proprio prodotto: GELATO IS NOT ICE-CREAM. Un gioco di parole che in inglese distingue il commerciale “ice-cream” tipico dei fast food, per esempio, dal vero gelato artigianale italiano.
Prima della degustazione, credevo di sapere cosa fosse il gelato e che gusto dovesse avere per essere considerato “buono”: vi assicuro che dopo aver provato questo, tutte le mie convinzioni sono cadute…Per innalzarsi a dei livelli di sapore e standard di qualità mai conosciuti prima.

Prima di raccontarvi ancora del gelato di Günther, voglio presentarvi lui però, lo chef dei gelati. Günther Rohregger ha trascorso gran parte della sua vita in un paesino in provincia di Bolzano, Caldaro Sulla Strada del Vino, facendo lavori manuali come il fabbro e il falegname. Un bel giorno, per amore, decide di trasferirsi a Roma e si dà il caso che la sua compagna venga da una famiglia di pasticceri pugliesi. E’ così che Günther entra in contatto con la realtà della pasticceria italiana e si appassiona al mondo della gelateria in particolare. Inizia a studiare e a ideare le prime ricette, e ad oggi si occupa personalmente della preparazione dei suoi gelati con oltre 400 ricette originali. Ogni punto vendita produce i propri gelati in un laboratorio a vista e non c’è niente di industriale.
gelato artigianale roma

Gelato Artigianale Roma

Come vi dicevo a inizio post, ciò che fa di un prodotto un buon prodotto, è la passione che c’è dietro, e la passione è quasi sempre garanzia di qualità. Questo caso conferma la regola, e infatti Günther usa ingredienti naturali e biologici come frutta di stagione, cioccolato Domori, nocciole del Piemonte, menta di Pancalieri, latte di Bufala Laziale, olio essenziale di Pino Mugo e altro ancora per creare un gelato eccellente dal gusto sorprendente.

Per quanto riguarda i gusti alla frutta, essi sono realizzati con acqua Plose, l’acqua più pura d’Europa, e contengono una percentuale di frutta che va dal 50% al 70%…Vi basterà assaggiarli per scoprire un gusto autentico mai provato prima. Questi gusti infatti sono più propriamente dei sorbetti e non contendendo latte sono di fatto adatti anche ai vegani e agli intolleranti al lattosio.

Le creme invece sono realizzate con latte biologico microfiltrato sia vaccino che di bufala e alcuni gusti sono a base di ricotta. Nella vasta proposta di creme la fantasia di Günther si libera e tocca vette altissime sia per la varietà sia per il gusto. Si tratta sempre di gusti molto particolari come il Gelato Ricotta con Fragola e Aceto Balsamico, il Gelato Pino Mugo Delle Dolomiti, il Gelato Ricotta con Salsa di Pere e Grue di Cacao, il Gelato Noce Con Salsa Di Gorgonzola e così via.

Difronte a gusti così particolari, il mio unico imbarazzo è stato l’abbinamento dei sapori: e così, rivelando questo inconveniente allo chef, ho scoperto che sul sito www.gunthergelatoitaliano.com è presente un’intera sezione dedicata a consigli sull’abbinamento! Io per esempio sono stata stupita di scoprire che il tiramisù classico e la fragola stanno così bene insieme, e sono proprio questi i gusti che ho scelto per il mio bel cono. Dopo un’ora di assaggi e chiacchiere, decidersi non è stato per nulla facile! :P

Attualmente potete gustare il gelato Gunther Gelato Italiano in 3 gelaterie a Roma:


  • Punto Gelato – Via dei Pettinari, 43 (zona Trastevere/Campo de Fiori)
  • Punto Gelato – Piazza Sant’Eustachio, 47 (zona Pantheon/Piazza Navona)
  • The Taste Gelato – Via due macelli, 108 (zona Piazza di Spagna/Fontana di Trevi)

Sia che siate di Roma, sia che vi troviate qui per una giornata di lavoro o di vacanza, vi consiglio assolutamente di fare un salto in una di queste gelaterie (che tra l’altro sono in zone super turistiche)e: lo inserirò sicuramente tra i must delle cose da fare in città! :)

gelato artigianale roma

gelato artigianale roma

gelato artigianale roma

gelato artigianale roma

gelato artigianale roma

gelato artigianale roma

gelato artigianale roma

gelato artigianale roma

Ti potrebbe interessare anche