Rain Boots

I rain boots, ossia gli stivali da pioggia, non mettono d'accordo tutte: c'è chi ne ha scoperto i vantaggi e non può più farne a meno, c'è chi li usa solo in casi di estrema necessità e chi proprio non ne vuole sapere. Su una cosa siamo d'accordo però: quando durante l'autunno e l'inverno ci svegliamo la mattina, dovendo andare a scuola, all'università o al lavoro, e scopriamo che fuori ad attenderci c'è la pioggia, diventiamo subito di cattivo umore. La giornata comincia con questo  tempo grigio e umido che ci fa desiderare solo di rinfilare la testa sotto le coperte e continuare a dormire. Un rimedio ai doveri quotidiani non esiste, ma di certo si può fare qualcosa per rendere la pioggia meno fastidiosa e la giornata meno grigia. Ancora una volta è l'abbigliamento che ci dà una mano, perché i vestiti non solo "ci coprono", ma sono anche in grado di fornirci la giusta carica, la marcia in più di cui abbiamo bisogno. Da dove cominciare allora? I rain boots sono sicuramente un buon alleato in questi casi. Questo tipo di scarpe ha un lato positivo e uno negativo: il primo è che tiene il piede asciutto, dando la possibilità di andare ovunque sfidando temerariamente anche un diluvio (io per esempio ci saltello nelle pozzanghere...); il secondo invece è che a fine giornata avrete i piedi "lessi" perché la plastica impedisce la traspirazione. Personalmente dunque mi colloco in una via di mezzo tra chi li ama e chi li odia, indossandoli solo quando serve ma apprezzandone molto i benefici. Essendo una pendolare, li trovo perfetti per andare all'università, in modo da non bagnarmi i piedi mentre aspetto i mezzi...Per questo autunno ho deciso di acquistarne un paio rosa cipria di Mel, davvero molto delicati e femminili, il che forse aiuta a smorzare l'effetto "contadino" che in tante non sopportano! Comunque ne esistono di ogni altezza e colore, partendo dai classici Hunter neri o verdi, arrivando a quelli che ricordano dei biker boots, fino ai modelli più colorati con fantasie di ogni tipo, per affrontare la pioggia in modo ancora più allegro. E voi cosa ne pensate, siete pro o contro i rain boots?

 

8 comments

  1. katya 6 settembre, 2012 at 17:18 Rispondi

    sono bellissimi quelli che hai scelto! io li odiavo ma l’anno scorso mi sono talmente inzuppata certe volte che ho deciso che quest’anno cederò .. anche io come te sono pendolare e tante volte non è bello!! baci

  2. Giulia 3 ottobre, 2012 at 20:28 Rispondi

    Devo dire che a me invece piacciono, ovviamente da indossare solo quando piove…anche se da quando ho il cane mi rendo conto che sono essenziali per quando lo porto a correre al parco pieno di fango e per cui dovrò prendermene almeno un altro paio. quelli di agata ruiz de la pranda e di diesel sono bellissimi!
    http://www.nuagerose.com

Leave a reply

*