Bencivenga Grand Tour: l'alta sartoria Made in Napoli

Bencivenga Grand Tour

Un paio di settimane fa sono stata a Napoli per prendere parte a un'esperienza piacevole e organizzata nei minimi dettagli che ha reso il mio soggiorno in questa città - seppur breve - davvero memorabile. Sarà che amo Napoli e mi basta davvero poco per essere felice di tornarci, ma il #BencivengaGrandTour ha regalato a me e alle mie colleghe blogger presenti un pomeriggio di immersione in un lato poco noto della città, intrecciando abilmente moda e storia per raccontarci la vera essenza di questo marchio.

Bencivenga è una maison di moda che nasce in Campania nel 1940. Una tradizione sartoriale iniziata con Giuseppina, sarta della famiglia reale e delle ricche famiglie italiane, che oggi è portata avanti, con passione e innovazione, dai figli Agostino, Giuseppe, Anna e Rachele, e da Giuseppina, la moglie di Giuseppe e dai loro figli Oscar e Tiffany.
La prima bottega del marchio fu inaugurata nel 1952 e oggi le creazioni della Famiglia Bencivenga hanno raggiunto il successo mondiale, sfilando sulle passerelle più prestigiose al mondo: Parigi, Londra, New York, Las Vegas, Mosca, Leningrado, Helsinki, Praga, per arrivare a Dubai.

Attualmente la sartoria e lo showroom si trovano a Grumo Nevano, a nord di Napoli, presso “Palazzo Bencivenga” un luogo che racconta la storia, la tradizione e l’arte sartoriale della famiglia. Qui avviene la produzione dei capi d’abbigliamento luxury per uomo e donna, delle collezioni ready-to-wear, degli abiti da sposa sartoriali e della vasta linea di accessori.

Tutti i prodotti sono realizzati in maniera artigianale e i tessuti di altissima qualità vengono scelti personalmente dai componenti della famiglia, che lavorano fianco a fianco per la realizzazione di capi sartoriali unici. Il fascino del marchio Bencivenga nasce probabilmente proprio da questo: sapere che dietro a ciascun capo c'è una famiglia unita con una splendida storia da raccontare, una storia di passione e successo che dovrebbe renderci tutti orgogliosi delle eccellenze del nostro Paese.

Tutti gli abiti sartoriali fatti su misura raccontano non solo una storia personale, ma anche una storia di stile, d'avanguardia, d’alta moda e di altissima qualità: la famiglia Bencivenga ha portato l’antica arte della sartoria Made in Italy nel mondo.

La sfilata a Napoli sotterranea

Per ripercorrere la storia del marchio e ammirarne le creazioni sartoriali, è stato organizzato un evento davvero originale: una sfilata nel cuore di Napoli, a svariate decine metri sottoterra, precisamente in quella che è conosciuta come "Napoli sotterranea". C'è un mondo che si estende sotto la città infatti, enormi spazi congiunti da cunicoli e collegati alla superficie da scalette scavate nella roccia. Questi ambienti nascono ai tempi dei greci e poi dei romani come acquedotti e fognature della città. Napoli vivrà per secoli e addirittura millenni con uno dei sistemi di approvvigionamento dell'acqua più avanzati e meglio funzionanti d'Europa. Sarà poi un'epidemia di colera a portare questo sistema in disuso.

Ma la parte più importante della storia di Napoli sotterranea doveva ancora arrivare: durante la seconda guerra mondiale, infatti, la città fu bombardata a tappeto e questi luoghi rappresentarono un rifugio antiaereo per centinaia di migliaia di persone. L'intera popolazione visse sottoterra per mesi, al riparo dalle atrocità che si consumavano nel frattempo in superficie. E l'aspetto più emozionante è stato ritrovare le tracce di quella quotidianità ancora oggi, intatta, sui muri.

Il sito visitato da noi è stato quello dei Quartieri Spagnoli che passa sotto via Chiaia: qui, al tempo della guerra, si trovavano tutte le botteghe sartoriali della città. E allora non è un caso che sui muri siano presenti bozzetti e figurini che testimoniano la moda di allora. Cappellini, piume, capelli con le onde, ciglia definite, si ritrovano ancora oggi tutti i dettagli perfettamente conservati. Non è allora un caso che la sfilata Bencivenga si sia svolta proprio qui, a sottolineare il legame indissolubile con la storia della città. A sfilare per noi, appunto, alcune creazioni d'archivio appartenenti a diverse decadi dagli anni Sessanta agli anni Novanta, un modo per ripercorrere la storia e l'identità del marchio.

Tappa al Caffè Gambrinus

Questo bellissimo momento è stato preceduto e seguito anche da un piacevole ristoro presso il Caffè Gambrinus, storico caffè situato ad angolo tra via Chiaia e Piazza del Plebiscito che sin dalla metà dell‘800 detiene il ruolo di salotto culturale e letterario del capoluogo partenopeo. Per questo è stato anche la prima tappa del nostro #BencivengaGrandTour, a tutti gli effetti un'esperienza ispirata al viaggio che i giovani aristocratici europei intraprendevano nel corso del 1600 e del 1700, di cui l'Italia (e Napoli, in particolare) era tappa fondamentale.

Che altro dire dunque di questo evento? Per me è stato un piacere immenso prendere parte al #BencivengaGrandTour e immergermi nella storia di un marchio che ha così tanto da raccontare. Spero quindi di essere riuscita a trasmettere anche a voi parte di questa storia, che fonde moda, passato e tradizione in modo emozionante e indissolubile.

Leave a reply

*