Sign in / Join

Apre a Roma il primo Salon Emotion di Compagnia della Bellezza

Salon Emotion by Compagnia della Bellezza

Qualche giorno prima di Natale sono stata invitata a scoprire in anteprima il salone completamente rinnovato di Compagnia della Bellezza a Piazza Pio XI a Roma. In quelle che erano giornate piene di frenesia per la caccia agli ultimi regali, ricordo di essere andata lì senza nemmeno avere le idee chiare su cosa mi aspettava. Una volta arrivata sul posto, però, la prima reazione è stata: WOW! E ora vi racconto perché.

Questo nuovo salone Compagnia della Bellezza non è un semplice salone per capelli, ma è quello che è stato definito "Salon Emotion": un luogo dove professionalità artigianale, innovazione tecnologica e cura del cliente si mescolano e danno vita a un concept del tutto nuovo. Il primo impatto è quello di un luogo accogliente, rilassante, tecnologico, in cui concedersi un momento di relax ed estraniarsi dall'esterno, nonostante ci si trovi in un punto molto vivo della città.

Il Salon Emotion è uno spazio che nasce dalla mente di Renato Gervasi insieme a L'Orèal Professionel, dove la cliente viene seguita con estrema attenzione in ogni momento della sua permanenza nel salone, dall'arrivo fino al momento del pagamento finale, il tutto con il supporto fondamentale e costante della tecnologia. Una tecnologia che entra in modo molto presente ma discreto negli spazi del salone, ad esempio attraverso una sorta di selfie wall, uno speciale specchio/monitor che permette alle clienti di vedersi in un prima e dopo ipotetico con un nuovo taglio o colore, oppure lo schermo su cui la cliente può visionare autonomamente caratteristiche e prezzi dei prodotti in vendita nell'area shopping dedicata.

Tutto ciò trova appunto la sua prima realizzazione nel salon concept di Compagnia della Bellezza gestito da Nadia Ceccarelli e Stefano D'alisera, padroni di casa impeccabili che mi hanno accolta e guidata attraverso i diversi spazi e le innovazioni del salone. Ciò che mi ha più colpita è l'attenzione e la ricerca del design, pensato nel dettaglio per rendere questo luogo qualcosa di unico e diverso da quanto noi donne siamo state abituate a vedere finora andando dal parrucchiere.

Un nuovo modo di andare dal parrucchiere

Innanzitutto, c'è una concezione diversa degli stessi spazi: tutto è molto fluido, non si parla più di aree divise tra loro, nel complesso è tutto integrato in un open space che permette di cogliere tutta la dimensione del salone già alla prima occhiata.
Al centro c'è poi una grande isola che funge da bar, entrando a sinistra c'è un'area nail spa e in fondo c'è una cabina estetica con le pareti a vetro, che rimane a vista quando non è occupata da una cliente.

Ma non è tutto: avete presente i classici "fastidi" associati a una permanenza medio-lunga in un salone di parrucchieri (può trattarsi di ore per i servizi più lunghi)? Rumore costante, luci fredde molto intense, radio ad alto volume...In questo caso, invece, la scelta dei materiali di progettazione è specificamente pensata per assorbire i rumori e le luci, rendendo tutto l'ambiente più accogliente e rilassante. Anche la scelta di una musica ambient di sottofondo ricorda le atmosfere di una spa.

Il Salon Emotion è un luogo dove gli spazi sono ripensati per facilitare il lavoro dei professionisti dell'hairstyle, in cui anche la tecnologia si integra per migliorare le prestazioni e renderle più moderne. Al tempo stesso, però, è un ambiente pensato anche per il benessere delle clienti (e dei clienti, visto che c'è anche un'area barber dedicata agli uomini), permettendo loro di sentirsi a proprio agio, senza vendite invasive di prodotti e riducendo al minimo i fastidi di cui vi dicevo poco fa.

Altri due particolari che vi convinceranno ancora di più a provare questo salone: la vetrina laterale affaccia su una piccola area verde in cui sembra di essere lontani dal caos della città (piacevole alla vista e ancor più rilassante!) e il grande numero di haistylist presenti in salone che consentirà a ogni donna di trovare il professionista con cui si sente in maggiore sintonia.

La mia esperienza in salone

Per finire, una parola sulla mia esperienza personale: ho scelto di farmi fare una piega riccia e il risultato mi ha lasciata senza parole! Mi capita spesso, ultimamente, di chiedere una piega mossa per giocare un po' col mio caschetto, ma non mi ero mai vista così riccia e ne sono stata davvero entusiasta! In più la piega è durata per giorni, cosa molto rara col mio liscio naturale...Tutto ciò è stato possibile grazie a un'asciugatura fatta seguendo il verso naturale dei miei capelli, e già questo primo passaggio ha dato un notevole volume; poi la piega vera e propria è stata eseguita con una cura maniacale nel dare forma a ogni singolo riccio, dalla radice alla punta. Un lavoro svolto con estrema professionalità e un risultato impeccabile che mi hanno convinta a tornare in questo salone il prima possibile per provare un servizio completo, per cui seguitemi perché presto ve ne parlerò di nuovo sui social (@fedelefreaks)! 😉

Leave a reply


*